Benvenuti nel nostro sito web

In questo sito potrete trovare informazioni sulla nostra attività sindacale. Approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa possiamo fare per voi.
Potrete entrare in qualsiasi momento in contatto con noi per ricevere maggiori informazioni.Sindacato Autonomo Divisione Gruppo  C.F.U. - Centro Formativo di Cosenza contattare direttamente inviando una e-mail a:    cfu.cosenza@gmail.com     telefono : 347.8504747      risponderà il segretario provinciale        Antonio Altomare                      

   

Si dichiara espressamente che questo sito è libero e indipendente, é un prodotto amatoriale al quale non può essere applicato l’art. 5 della legge 8 febbraio 1948 n. 47, poiché l’aggiornamento delle notizie in esso contenute non ha periodicità regolare (art. 1 comma 3, legge 7 marzo 2001 n. 62).

I post editi hanno lo scopo di stimolare la discussione e l’approfondimento politico, la critica e la libertà di espressione del pensiero, nei modi e nei termini consentiti dalla legislazione vigente.

Questo sito non persegue alcuno scopo di lucro. Tutto il materiale pubblicato su Internet è di dominio pubblico. Tuttavia, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato su questo sito, non ha che da darne avviso al gestore e sarà immediatamente eliminato.

Inoltre,  questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. 

L'attribuzione della paternità dell'opera viene sempre evidenziata in fondo agli articoli. La fonte viene sempre citata (con relativo link di reindirizzamento) in fondo agli articoli.

Ove questa direzione venga a conoscenza, anche su segnalazione di terzi, della presenza di contenuti che violano la legge o diritti altrui, li potrà eliminare in tutto o in parte.

Gli utenti che individuino sul sito un qualsivoglia contenuto che ritengono illecito, inappropriato, lesivo dell'immagine o dell'onorabilità di qualcuno, offensivo o volgare sono invitati a segnalarlo alla redazione facendo un uso responsabile della facoltà di segnalazione, evitando eccessi o abusi.

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. I commenti saranno comunque sottoposti a moderazione.

 

 

Inserimento in II Fascia Personale Docente.

 

Graduatorie ad Esaurimento

 
   Mondo Scuola:        di cosa parliamo oggi 10-04-2019
    Graduatorie Docenti, aggiornamenti 2019-2020.

 Nuovi inserimenti in III fascia di istituto nel 2020: al momento esclusi dalla normativa.

L’attuale normativa ha derogato al comma della legge 107/2015 (che impediva i nuovi inserimenti in terza fascia) per il triennio 2017/20.

Se la normativa dovesse rimanere così, non potranno esserci nuovi inserimenti nella terza fascia delle graduatorie di istituto nel triennio successivo a quello in vigore.

Tuttavia,  è ancora presto per poter dire se la normativa rimarrà così o subirà ancora delle modifiche.

Nel frattempo infatti sarà indetto il concorso per la scuola secondaria di I e II grado per cui si presuppone che molti fra coloro che oggi guardano al 2020 non avranno più neanche interesse, in quanto con il concorso avranno acquisito l’abilitazione e tutti coloro che sono in possesso di abilitazione saranno collocati in seconda fascia delle graduatorie di istituto, il cui aggiornamento è regolarmente previsto per l’ anno scol. 2019 - 2020.

Inoltre, il concorso scuola secondaria 2019 è abilitante, infatti, chi supera tutte le prove, anche se non rientra nel numero dei posti a disposizione e quindi non può essere assunto in ruolo, acquisisce comunque l’abilitazione.

Il principio è che nei prossimi anni l’inserimento in terza fascia non dovrebbe esserci perché i concorsi (e quindi i ruoli saranno regolari) e per le supplenze dovrebbero essere sufficienti le graduatorie di II fascia.

Sarà garantita invece la possibilità di aggiornamento per i docenti già inseriti dal 2017.

Le graduatorie di II fascia si aggiorneranno nel 2020: in quell’occasione tutti i docenti inseriti negli elenchi aggiuntivi avranno il nuovo posto spettante in base al punteggio (naturalmente se nel frattempo non saranno stati assunti in ruolo).

Per l’ anno scol. 2018-2019 le graduatorie di istituto si aggiornano solo in prima fascia.

Di conseguenza, l’ ordinanza l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, già in vigore tramite istanze OnLine, scadrà il 16 Maggio 2019 ore 14,00 e si aggiorneranno solo le graduatorie di I fascia delle graduatorie ad esaurimento.

 

  Mondo Scuola:  di cosa parliamo oggi 07-05-2019    

Tavolo tematico sul reclutamento della scuola. Avviato il confronto per realizzare nel modo più efficace i punti politici dell’intesa su precariato docenti e valorizzazione ATA. La riunione è stata aggiornata alla data odierna.

Queste le prime notizie:

Nella riunione di ieri tra Sindacati e Miur, il Ministero ha proposto un percorso abilitante universitario che ha quale unico scopo l’assunzione a tempo indeterminato. A questi docenti sarà concesso di partecipare al concorso ordinario con una quota posti riservata (forse il 50%) ed esclusione dal test preselettivo.

I sindacati hanno chiesto che tale percorso garantisca a tutti i docenti con 36 mesi di servizio il conseguimento dell’abilitazione. Per il Ministero, l’accesso al percorso universitario deve essere selettivo ed avere quale unico scopo l’assunzione, per i sindacati la selezione deve essere al termine del percorso e anche la possibilità di costituire delle nuove graduatorie a fine percorso abilitante dalle quali attingere a scorrimento per le future assunzioni.

Inoltre, nel suddetto tavolo tecnico si è discusso delle agevolazioni da riservare ai precari storici che hanno esperienza pluriennale nell’ insegnamento scolastico ma ancora non sono riusciti ad immettersi in ruolo. Per accedere al percorso di reclutamento facilitato, che il Miur si sta impegnando a predisporre, gli insegnanti dovranno avere alle spalle almeno trentasei mesi di servizio, ovvero tre anni scolastici.

I sindacati, nella serata di ieri hanno elaborato una posizione comune che potrebbe essere presentata al Ministero già nella giornata di oggi.

L’accordo porterà, se raggiunto, alla elaborazione di un emendamento che sarà presentato dal Governo nel decreto Crescita.

 

 

Come procedere per disdire la delega sindacale.

  Per la disdetta di qualsiasi delega sindacale, è sufficiente stampare, compilare e inviare con raccomandata o consegnare il presente modello al MEF - MINISTERO ECONOMIA E FINANZE - DIREZIONE PROVINCIALE DEI SERVIZI VARI - Via Popilia Angolo Via Antonio Guarasci - 87100 Cosenza -
  Servono quattro copie compilate: - 1 da presentare o inviare con raccomandata al MEF; - 1 da inviare al Sindacato Segreteria Provinciale di Cosenza; - 1 da presentare e farsi protocollare presso la propria scuola; - 1 da trattenere a cura dell' interessata.
   

CFU-Cosenza: La nostra Visione.

 

 

CFU.Cosenza 

    Il Centro Formativo Universitario di Cosenza

nasce con l’idea di rafforzare la rappresentanza dei lavoratori e le loro tutele, essere il punto di riferimento politico e professionale di un mondo che associa a tante diversità, competenze, profili e tanti punti in comune (i saperi sono uno strumento fondamentale per dare alle persone pari opportunità).

La nostra visione è quella di essere un fornitore multinazionale riconosciuto a livello regionale e nazionale di servizi di istruzione superiore per un corpo studentesco altamente internazionale e mobile, interessato alle aree di frontiera del business e della gestione.

La nostra missione è fornire alle imprese che possono beneficiarne l'istruzione sia in lingua Italiana che in lingua inglese economicamente e culturalmente rilevante e l'istruzione relativa alla gestione. Siamo guidati dalla domanda e orientati al cliente. Miglioriamo l'apprendimento, aumentiamo la fiducia e creiamo opportunità per tutti coloro che scelgono di investire nello studio presso la nostra scuola.

Abbiamo la consapevolezza che una scuola del terzo millennio debba insegnarci a imparare, lavorare e vivere insieme con gli altri, crediamo che l'istruzione superiore nel terzo millennio debba gettare le basi dell'apprendimento permanente e che una scuola di economia nel terzo millennio deve preparare gli studenti per gli affari internazionali in un mondo globalizzato.

Per questi motivi crediamo che L' University International sia la school del terzo millennio. 

Siamo pienamente convinti che La University International sia un'istituzione che si basa su solide basi e che forma professionisti che, con le loro eccellenti competenze linguistiche, culturali e di marketing, avranno molto successo nelle loro attività nazionali e internazionali.

 

 18/06/2019

dr.Antonio Altomare